Cerca
  • Commerciale Famica

I migliori strumenti di carpenteria sul mercato in questo momento

Aggiornamento: 12 nov 2021

Per un estraneo, i falegnami sono talvolta considerati maghi. Ma quando si riduce ad esso, l’imbarcazione consiste nel ripetere solo questi quattro passaggi: Progetta, Misura, Taglia e Collega..


La professione di carpentiere è antichissima.

In passato erano carpentieri gli artigiani che si occupavano della lavorazione del legno e del metallo per la creazione di carri per il trasporto di merci a traino bestiame: non per caso, la parola latina da cui il nome della professione deriva, “carpentum”, significa proprio “carro”. Nei secoli il carpentiere si è occupato del disegno e della creazione di altri articoli e manufatti in legno e metallo, come le armi.

Oggi il mestiere di carpentiere è sempre legato all’uso di questi due materiali, ma esistono infinite specializzazioni interne alla professione. Alcune di loro sono:

  • Carpenteria edile, cioè quella che lavora nella costruzione di strutture per lo sviluppo di edifici;

  • Carpenteria navale, cioè quella che si occupa della costruzione di navi, barche, scafi, strutture interne;

  • Carpenteria militare, cioè quella focalizzata sulla creazione di armi

Tutti questi ambiti sono in ogni caso accomunati dalla necessità di sviluppare contemporaneamente doti di manualità e di progettazione. Se da un lato è fondamentale una conoscenza precisa e specifica dei materiali e una grande padronanza delle tecniche, dall’altra bisogna inventarsi anche designer, strateghi della costruzione.

Analizziamo però più nello specifico queste attività, sottolineandone caratteristiche e peculiarità.

Carpentiere del legno

Il carpentiere del legno è sicuramente il primo professionista a venire in mente nominando questa professione. Si occupa, per l’appunto, di lavorare le strutture in legno.

Può occuparsi di:

  • Montare ponteggi e armature;

  • Progettare le casseforme, cioè i contenimenti per la colata di calcestruzzo;

  • Disegnare e costruire tettoie, balconi, rivestimenti di vario tipo di i più svariati edifici, dalle case ai box;

  • Scegliere il tipo di legno adatto al lavoro, per resistenza, versatilità, colore, resa estetica;

  • Misurare, tagliare, assemblare e rifinire il materiale con tanti strumenti manuali o elettrici. L’uso di questi strumenti può essere fatto in studio o in laboratorio, oppure direttamente sul cantiere, per agevolare la procedura ed effettuare correzioni in minor tempo e con più precisione, con la possibilità di provare subito il pezzo necessario;

  • Applicare trattamenti protettivi;

  • Se necessario, smontare o demolire strutture già esistenti e provvedere allo smaltimento corretto dei rifiuti.

Alcuni carpentieri del legno non si occupano della costruzione dei manufatti, ma della loro restaurazione.

Per esempio, possono valutare eventuali riparazioni, oppure riparare ai danni causati dai tarli, o ancora mettere a nuovo un vecchio mobile con particolare interesse artistico.

Una specializzazione ancora più settoriale è quella del restauro d’arte, finalizzato alle dimore storiche oppure alle realtà museali.

Carpentiere metallico

Il carpentiere può lavorare anche il metallo, per produrre manufatti specifici o migliorare le prestazioni di manufatti in altri materiali.

Si tratta di un operaio specializzato nella scelta, nel taglio e dell’assemblaggio di ferro, acciaio, alluminio.

Molti carpentieri metallici si approcciano anche alle lavorazioni tipiche delle mansioni CNC, cioè eseguite sfruttando macchine informatiche a controllo numerico (pensate per standardizzare una produzione ed effettuare finiture, tagli, piegature o saldature in modo automatico su numerosi pezzi prodotti in serie).

Anche i carpentieri metallici lavorano sia in studio che in cantiere, con diversi strumenti manuali oppure elettrici, anche di grandi dimensioni.



3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti